rotate-mobile
Venerdì, 19 Aprile 2024
Cronaca Pian Camuno

"Ho detto tante preghiere per farti guarire, ma il Signore non mi ha ascoltato"

Le commosse parole di mamma Giusy al termine delle esequie di Elena Fanchini. Quasi duemila persone hanno gremito Solato, piccola frazione di Pian Camuno.

Un fiume di persone lungo le strade di Solato, piccola frazione di Pian Camuno: lacrime e singhiozzi hanno accompagnato la bara di Elena Fanchini, uccisa a soli 37 anni da un tumore, fino alla parrocchiale del paese dove, alle 10.30 di oggi (sabato 11 febbraio) si sono svolti i funerali. Volti noti e meno; uomini e donne in divisa (quella delle Fiamme Gialle, di cui Elena faceva parte ), sportivi, ex compagni di squadra, semplici tifosi, ma anche tanta gente comune.

Assiepati lungo le strade di montagna o tra i banchi di una chiesa davvero tropo piccola per contenere il dolore delle tantissime persone che volevano bene alla campionessa di discesa libera. Un’atleta capace di fare incetta di medaglie sulle piste e di conquistare il cuore di tutti con il suo sorriso genuino e il suo sguardo limpido.  Ma anche con la  grande determinazione e la capacità di lottare fino all'ultimo: per strappare centesimi preziosi alle avversarie, come per cercare di arrestare quel male che sembrava sconfitto ma che invece è tornato più forte di prima qualche mese fa.

La famiglia stretta attorno alla bara, coperta dalla bandiera tricolore. Le sorelle Nadia e Sabrina, anche loro campionesse di sci, i genitori, il marito Denis: uniti da un dolore lacerante ma composto. In tanti hanno voluto ricordare la forza e il coraggio di Elena, al termine della cerimonia anche mamma Giusy ha preso la parola, ripercorrendo gli ultimi giorni vissuti accanto a lei e dedicandole un ultimo, struggente, messaggio d’amore: 

"Ho detto tante preghiere per farti guarire,  ma il Signore non mi ha ascoltato. Ho anche chiesto che il tuo male lo passasse a me. Poi ho capito che ti voleva lui, ma ha esaudito l’ultima mia richiesta: negli ultimi giorni non ti ha fatto soffrire. Venerdì scorso abbiamo mangiato la pizza tutti insieme ed è stata lei a dirmi che Nadia era di nuovo incinta: ci siamo abbracciate. Ho pianto tante notti sotto le coperte, perché non volevo che mi sentissi. Ma ho visto tanto amore in questi giorni, sono orgogliosa di te. Ti ho vestita per portarti dal signore: ora corri amore mio."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ho detto tante preghiere per farti guarire, ma il Signore non mi ha ascoltato"

BresciaToday è in caricamento