Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca Centro / Piazza Paolo VI

Disabile chiede l’elemosina davanti al Duomo, ma in realtà è sanissimo

Lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e accattonaggio: è terminata con queste accuse la vicenda di un finto disabile sorpreso, sulla carrozzina, a chiedere l’emoziona in piazza Paolo VI, dove era arrivato a piedi.

Tutto è partito da una segnalazione, proveniente da alcuni testimoni oculari, giunta nella centrale della Polizia locale. Protagonista un rumeno di 47 anni, disabile, ma solo ad intermittenza. L’uomo è stato arrestato.   

Alcuni cittadini che stavano transitando in piazza Paolo VI a Brescia hanno visto con i propri occhi un immigrato arrivare davanti alla Cattedrale con le proprie gambe, sedersi sulla carrozzina che portava con sé e iniziare a chiedere l’elemosina facendo leva sulla propria falsa invalidità. Partita la segnalazione, sul posto è giunta una pattuglia del distaccamento Centro Storico della locale.    

Avvicinato, il falso invalido si è rifiutato di mostrare i documenti e ha minacciato di morte gli agenti. Portato al Comando per le procedure di identificazione, una volta sceso dall’auto di servizio della Locale il 47enne ha cercato di divincolarsi con calci e pugni, colpendo al volto un agente per il quale si è resa necessaria una visita al pronto soccorso. Informato il Pubblico Ministero, il rumeno è stato arrestato per lesioni, resistenza a pubblico ufficiale e accattonaggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabile chiede l’elemosina davanti al Duomo, ma in realtà è sanissimo

BresciaToday è in caricamento