Cronaca Mazzano

Neonato si sente male nella notte, muore a 5 mesi stroncato da una leucemia fulminante

Travolto da una leucemia fulminante, Edoardo Panebianco è morto che aveva soltanto 5 mesi di vita. Lo piangono mamma Elena e papà Francesco: mercoledì i funerali

Una tragedia immensa, per cui non potranno mai esserci abbastanza parole: aveva soltanto 5 mesi il piccolo Edoardo Panebianco di Mazzano, strappato alla vita da una leucemia fulminante che purtroppo non gli ha lasciato scampo. Si è sentito male a casa,  nel cuore della notte: ha cominciato a piangere e poi a vomitare. La corsa disperata in ospedale, poi in Rianimazione. Ma non c'è stato niente da fare.

Il dolore dei familiari

Aveva cinque mesi, cinque mesi soltanto. Abitava in Via Machiavelli a Mazzano, dove martedì sera (alle 20) è programmata una veglia funebre: i funerali saranno celebrati mercoledì pomeriggio, alle 15.30 nella chiesa parrocchiale dei Santi Zeno e Rocco.

Lo piangono i giovani genitori, mamma Elena e papà Francesco, la nonna Teresa, gli zii Giorgio con Roberta e il piccolo Alberto, Francesco con Daniela, Samanta con Fabio, Valentina con Luca e il piccolo Lorenzo Pietro.

I familiari ringraziano “tutto il personale medico, infermieristico e ausiliario della Poliambulanza di Brescia”, e ancora “il reparto di Rianimazione pediatrica del Civile di Brescia per la disponibilità e le attenzioni recate a Edoardo”. 

La leucemia fulminante

La leucemia fulminante (anche se il termine è improprio, dal punto di vista medico) fa riferimento ai casi acuti con decorso particolarmente rapido. La forma più diffusa è la forma promielocitica acuta, la variante più aggressiva dei tumori del sangue. Se non diagnosticata in tempo, porta al decesso in pochi giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neonato si sente male nella notte, muore a 5 mesi stroncato da una leucemia fulminante

BresciaToday è in caricamento