Cronaca Centro / Piazza del Duomo

Brescia: venditore di rose pestato davanti al bar “Dolce Vite"

Autore delle violenze un cittadino filippino che, dopo l'aggressione a calci e pugni, ha derubato la sua vittima per una misera somma di 15 euro

Il bar “Dolce Vite"

Verso la mezzanotte di lunedì, un cittadino filippino è stato arrestato dalla Volante per rapina aggravata fuori dal bar “Dolce Vite" di Piazza Duomo.

L'uomo - T.N., classe 1992 - ha iniziato a prendere a calci e pugni un venditore ambulante, prima di derubarlo. A segnalare l'aggressione ai militari è stata la dipendente del bar.

La violenza è scoppiata a causa della vendita di una rosa non pagata; infatti, la vittima - un cittadino del Bangladesh – dopo aver venduto il fiore all’arrestato, non solo non ha ricevuto la somma dovuta, pari a 2 euro, ma è stato pestato a sangue per poi venir derubato dei pochi spiccioli che aveva in tasca, poco più di 15 euro.

Sanguinante, il malcapitato è riuscito divincolarsi e a rifugiarsi all’interno del bar. Senza precedenti di Polizia, l'aggressore è stato invece arrestato e portato in Questura. Sarà  processato in giornata per Direttissima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia: venditore di rose pestato davanti al bar “Dolce Vite"

BresciaToday è in caricamento