Due morti per droga, maxi-blitz dei carabinieri: 20 arresti in Valcamonica

Militari in azione in tutta la Valcamonica: è in corso l'arresto di 20 persone nell'ambito di una maxi-inchiesta sullo spaccio di droga (e con due morti in pochi mesi)

Blitz antidroga in corso in queste ore a cura dei carabinieri della Compagnia di Breno, nell'ambito di un'attività investigativa coordinata dalla Procura di Brescia e dai pm Erika Battaglia e Donato Greco: in tutto sono state eseguite ben 23 misure cautelari nei confronti di altrettanti soggetti, 20 italiani e 3 stranieri, per il reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

L'operazione, denominata “Lucignolo”, era stata avvisata nel novembre del 2018, a seguito del decesso per overdose di un 48enne di Braone. Il sopralluogo dei militari aveva consentito di sequestrare in casa materiale riconducibile all'uso di droga e poi di identificare il pusher.

Due morti per droga in Valcamonica

Si tratta di un pregiudicato di 45 anni residente a Ceto, al carico del quale sono stati acquisiti gravi indizi di colpevolezza anche in ordine alla cessione di eroina che nel febbraio dello scorso anno aveva causato la morte di una seconda persona, un operaio 52enne residente a Ono San Pietro.

Le indagini hanno permesso di ricostruire l'intera filiera del traffico di stupefacenti in tutto il territorio della Valle Camonica. L'operazione ha consentito di assicurare alla giustizia i componenti di un vero gruppo criminale, dedicato allo smercio di importanti quantitativi di sostanze stupefacenti di ogni tipo (cocaina, eroina, hashish e marijuana). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La droga veniva smistata e piazzata in vari luoghi e in tutta la valle. Il blitz di lunedì 29 giugno si è concluso cono otto persone finite in carcere, altre dodici agli arresti domiciliari, le ultime tre con obbligo di dimora nel Comune di residenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha aperto il nuovo ipermercato: un maxi-store da 5.788 mq (e 120 dipendenti)

  • Terribile tragedia: bimba di 7 mesi muore soffocata da un palloncino

  • Alcol a minori, sporcizia ovunque e cibo scaduto: 12.000 euro di multa per un fast food

  • Si sente male in classe, è positivo al tampone: nuova quarantena a scuola

  • "Gentile cliente, il punto vendita chiude": 50 dipendenti scaricati con un cartello

  • Prostituzione fuori controllo, 200 escort attive, clienti anche di giorno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento