Droga e rapine: dodici arresti tra Bergamo e la Valtrompia

Quasi un centinaio di militari impegnati per la chiusura delle operazioni di indagine ‘Le Vele’: droga e rapine, dodici arresti, otto chili di droga sequestrati. Una rete di spaccio che da Bergamo arrivava alla Valtrompia

I Carabinieri della Compagnia di Gardone Valtrompia hanno tratto in arresto dodici persone: sette di queste già condotte in carcere, altre cinque agli arresti domiciliari. Le indagini, denominate ‘Le Vele’, si sono inaugurate a seguito di una rapina avvenuta il 5 febbraio del 2013 ai danni dell’ufficio postale di Brione: un assalto a mano armata in cui i militari erano riusciti ad individuare uno dei due malviventi, un pregiudicato in regime di semilibertà recluso presso la casa circondariale di Bergamo.

Partendo dalla prima identificazione gli uomini dell’Arma sono poi riusciti a smascherare una vasta rete di smercio di sostanze stupefacenti, acquistate in provincia di Bergamo e immessi sul mercato al dettaglio in provincia di Brescia. Una rete che coinvolgeva anche tossicodipendenti, spesso impegnati in rapine e furti proprio per pagarsi la droga.

Per le operazioni di arresto sono intervenuti quasi un centinaio di militari, non solo della Valtrompia, coadiuvati dai colleghi delle Compagnie di Bergamo e di Borgo Val di Taro, in provincia di Parma. A conclusione del blitz sono stati sequestrati circa otto chilogrammi di hashish e cocaina. Denunciati anche due spacciatori e un altro pregiudicato, che deteneva illegalmente una pistola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento