rotate-mobile
Cronaca

Non solo tagli e messe in piega, ma anche spaccio di droga: chiuso parrucchiere

Sospensione della licenza e dieci giorni di chiusura per un parrucchiere di via Zara, risultato essere al centro di un giro di spaccio di sostanze stupefacenti

Il ritrovamento di circa 50 grammi di hashish, già confezionato in dosi singole, nascosto all'interno di una scatola di parrucche, ha fatto scattare i sigilli, martedì mattina, per un negozio di parrucchiere, l'"Afro Shop" di via Zara, a Brescia.

Nell'ambito di una serie di verifiche compiute dagli agenti della Questura e della Polizia Locale di Brescia, sarebbe infatti emerso che il negozio, gestito da una cittadina senegalese, rappresentava un punto di riferimento per lo spaccio di sostanze stupefacenti nella zona.

Gli accertamenti avrebbero, infatti, permesso di constatare che il negozio servisse da luogo di occultamento per la droga, oltre che come punto di incontro, contrattazione e scambio tra soggetti giuridicamente pericolosi per la collettività.

A seguito delle verifiche - da cui è emerso anche l'assenza della presentazione delle dichiarazioni fiscali dal 2018 e del versamento dei pagamenti contributivi all'Inps dal 2011 - la titolare del negozio si è vista consegnare il provvedimento di sospensione della licenza e la conseguente chiusura dell'esercizio per 10 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non solo tagli e messe in piega, ma anche spaccio di droga: chiuso parrucchiere

BresciaToday è in caricamento