Hashish e coca, mezzo chilo di droga a settimana per i fratelli spacciatori

In manette tre marocchini, accusati di spaccio di droga: in due bar di Pompiano rifornivano una cinquantina di clienti, tra cui molti minorenni. Riuscivano a smistare quasi mezzo chilo di droga a settimana

Una divisione del ‘lavoro’ efficace ed efficiente, che permetteva a tre fratelli di origine marocchina di gestire un discreto ‘giro’ dello spaccio di droga, con una cinquantina di clienti (anche minorenni) e quasi mezzo chilo di stupefacenti consegnati ogni settimana.

Sono finiti in manette tre giovani, accusati di spaccio di droga (cocaina, hashish e marjiuana) a seguito di un lungo ciclo di indagini cominciato quasi un anno fa. Il centro di smistamento erano due bar di Pompiano, dove i tre fratelli prendevano accordi, anche telefonicamente, con la vasta clientela.

Due fratelli sono stati arrestati a Rovato, nella loro abitazione; il terzo è stato rintracciato a Pompiano, risulta senza fissa dimora. Oltre alle segnalazioni dei consumatori, i Carabinieri al lavoro per raggiungere lo stadio successivo: nonostante il ‘giro’, i tre fratelli spacciatori rimangono “piccoli pesci in un grande mare di droga”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

  • Malore improvviso in casa, muore giovane mamma: "Non voglio crederci"

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento