Madre e figlia si perdono, salvate grazie allo smartphone

Brutta avventura, con lieto fine, per una madre e sua figlia, sorprese dal violento temporale di sabato e smarritesi con l'auto in montagna.

Fonte: meteoweb

Bloccate in auto, al buio, durante un temporale, lungo una stradina di montagna sconosciuta. Il panico subentrato a seguito del violento temporale scatenatosi ieri sera ha giocato un brutto scherzo a una madre che, con sua figlia a bordo, si è smarrita con l’auto nei pressi di Navezze. 

La donna intorno alle 20:30 stava percorrendo la strada tra Zanano e il Monte Sant’Emiliano. A causa del temporale in cui si è imbattuta, avrebbe voluto fare ritorno verso casa, ma la scarsissima visibilità e la poca conoscenza del luogo, le hanno fatto perdere la strada giusta. I guai veri sono iniziati quando la donna ha imboccato uno stretto sentiero, senza riuscire an andare né avanti né indietro.

In preda al panico, la signora ha chiamato il 112 chiedendo l’intervento del Soccorso alpino. Gli uomini della stazione di Valsabbia non riuscendo a capire dalla donna dove si trovasse, hanno utilizzato i dati emessi dalle applicazioni del suo smartphone per localizzare l’auto ed individuarla tramite coordinate geografiche molto precise. Raggiunte dai soccorsi, madre e figlia sono state accompagnate a valle. La notizia è riportata stamane sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Investita nel parcheggio del centro commerciale: donna muore sul colpo

  • Notte di paura: si trova un orso davanti e lo travolge con l'auto

  • Cane rinchiuso per mesi al buio: era costretto a vivere tra feci e urine

Torna su
BresciaToday è in caricamento