rotate-mobile
Cronaca

Brescia piange don Piero: una vita dalla parte degli ultimi

I funerali saranno celebrati dal vescovo

In tanti lo ricordano come la voce narrante della cerimonia, celebrata ogni anno, in memoria delle vittime della strage di Piazza Loggia: il suo impegno per le popolazioni del Sudamerica, il lavoro tra gli scout, la Tenda della Solidarietà tra i Popoli che veniva allestita in San Faustino a Brescia. Lunedì pomeriggio è morto don Piero Lanzi: malato da tempo, si è spento alla Rsa Arici Sega, dove era ospite. Classe 1938, avrebbe compiuto 85 anni tra poco più di un mese.

Chi era don Piero Lanzi

Originario di Carpeneda di Vobarno, dopo gli studi a Roma venne ordinato sacerdote nel 1962: negli anni a seguire fu curato a Villa Carcina, Castrezzato e Brescia, per più di trent'anni (dal 1972 al 2003) fu presbitero collaboratore della parrocchiale della Trinità in città, di fronte al Civile, e ancora della parrocchia dei santi Faustino e Giovita (fino al 2017), oltre che assistente ecclesiastico per l'Agesci (gli scout cattolici) per la zona del lago d'Iseo.

Giovedì pomeriggio i funerali

Da molti conosciuto come "prete operaio" per il suo impegno nel sociale e nella solidarietà, per le amicizie in fabbrica e nel sindacato. La salma riposa nella chiesa parrocchiale di San Polo, dove è stata allestita la camera ardente: i funerali saranno presieduti dal vescovo Pierantonio Tremolada giovedì pomeriggio nella chiesa di San Faustino. Tantissimi i messaggi di cordoglio: "Grande il dolore per la sua scomparsa", scrive Claudio Bragaglio. E ancora, Toni Bondioli: "Un abbraccio don Piero, compagno di tante lotte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia piange don Piero: una vita dalla parte degli ultimi

BresciaToday è in caricamento