rotate-mobile
Cronaca

Il commosso addio a don Franco, il prete amico degli ultimi

Il ritorno sul lago d'Iseo dopo tanti anni in Svizzera

Il Sebino piange la scomparsa di don Franco Besenzoni, morto giovedì a 91 anni. Si è spento a Sarnico, dov'era tornato a vivere dopo tanti anni in Svizzera, nell'abbraccio dei suoi familiari: lo piangono la sorella Giovanna Maria, i nipoti Adriano, Franco e Maria Grazia. Il funerale sarà celebrato sabato mattina alle 10 nella chiesa parrocchiale del paese.

Classe 1931 e nato ad Alpanach-Dorf, in Svizzera, è stato ordinato sacerdote per la diocesi di Bergamo nel 1955. E' stato collaboratore parrocchiale a Botta di Sedrina dal 1955 al 1956 e ad Adrara San Martino dal 1956 al 1968: da quell'anno si trasferì in Svizzera dove è stato cappellano degli emigranti fino al 2001.

Lo zingaro di Dio

Amava definirsi come "lo zingaro di Dio", si ricorda in una pubblicazione delle Missioni cattoliche italiane nel mondo: "Nella Svizzera tedesca - si legge - don Franco si è subito trovato bene e ha cercato la sua realizzazione, come prete al servizio degli emigranti. La collocazione nel contesto svizzero riflette la sua originalità: ha fatto la scelta di fare vita comune con i preti svizzeri per sottolineare il valore della fraternità e della comunione". Negli anni aveva istituito anche un corso per far ottenere la licenza di scuola media agli emigranti italiani, oltre a un corso di cultura italiana per gli svizzeri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il commosso addio a don Franco, il prete amico degli ultimi

BresciaToday è in caricamento