Cronaca

Massacrò a sassate una collega, condannato a 3 anni e mezzo

La Corte d'Appello di Brescia riduce la condanna per Domenica Cappellini, operatore ecologico di Cerveno che due anni fa aggredì una collega a colpi di sassate in testa. Condannato a 3 anni e 6 mesi per lesioni

Noemi Belfiore Mondoni, la collega presa a sassate

Sono passati due anni da quella notte piena di ombre. Il camuno Domenico Cappellini, ex operatore ecologico, accusato di aver aggredito con una pietra la collega Noemi Belfiore Mondoni: la prima condanna a sei anni, per tentato omicidio, ora uno sconto di pena.

La Corte d’Appello di Brescia ha infatti parzialmente accolto le richieste della difesa, riducendo la condanna a tre anni e sei mesi: non più per tentato omicidio ma per lesioni. In calo anche l’ammenda pecuniaria, da 40mila a 30mila euro.

Cappellini ha forse sempre negato l’evidenza, dichiarandosi innocente fin dall’inizio. Ma in quella notte di ottobre qualcosa è successo: la fine di un’amicizia molto intima, probabilmente una relazione tra i due. Lui 57 anni e lei 61, entrambi residenti a Cerveno.

L’aggressore entra in casa di Belfiore, in piena notte: armato di pietra, la sorprende nel sonno. La colpisce ripetutamente, e poi scappa. Venne arrestato poche ore più tardi, mentre la donna subiva una delicata operazione alla testa all'ospedale Civile di Brescia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacrò a sassate una collega, condannato a 3 anni e mezzo

BresciaToday è in caricamento