Suicidio dal Cavalcavia: dolore e sgomento per la morte di Luca

La Questura continua a indagare su quanto accaduto nella notte tra venerdì e sabato. Intanto sui social corre lo sgomento per la morte incomprensibile del giovane di Adro.

Luca Mongodi (Fonte: Facebook)

ADRO - Un tonfo. Il tamponamento. Infine lo sgomento. Se n'è andato così Luca Mongodi, 29enne di Adro che nella notte tra venerdì e sabato ha compiuto probabilmente un gesto estremo lanciandosi dal cavalcavia che sovrasta l'autostrada all'altezza di Cazzago San Martino. 

Sul cavalcavia la Fiat 500 ancora accesa di Luca. Al di sotto lui, senza più vita, e la vettura, una Golf, da cui è stato travolto con a bordo cinque ventenni - tutti feriti in modo lieve - a sua volta tamponata dalla Volvo che seguiva. 

La Squadra Mobile della Questura continua a indagare sull'accaduto senza escludere alcuna pista. La Scientifica ha infatti rinvenuto tracce di sangue sia all'interno della 500 del giovane che sulla carrozzeria esterna, di cui ora resterà da stabilire l'origine. 

Intanto sui social corrono il dolore e lo sgomento per la morte inspiegabile del giovane, appassionato di escursionismo e grande amante della natura. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento