Bomba nel cantiere Tav: iniziato il conto alla rovescia per la bonifica

L'ordigno della seconda guerra mondiale verrà fatto brillare domenica. L'Esercito: «Salvo imprevisti tutto si concluderà intorno alle 16»

Lavori di allestimento della camera di espansione (foto Esercito)

Sono entrate nel vivo le operazioni per la bonifica della bomba della seconda guerra mondiale trovata lo scorso 9 giugno presso lo scalo ferroviario di via Vergnano. L’ordigno verrà fatto brillare nella giornata di domenica dagli artificieri del 10° reggimento Genio Guastatori della 132° brigata corazzata Ariete in collaborazione con il personale del centro tecnico logistico interforze di Civitavecchia.

Le operazioni. Intorno alle 7 verranno evacuate circa 1.600 persone residenti nel raggio di 800 metri dal luogo di ritrovamento della bomba e alle 8.20 i militari posizioneranno l’ordigno nella camera di espansione. Successivamente gli artificieri procederanno a rendere inerte il caricamento speciale e infine faranno brillare la spoletta con il residuo esplosivo dell'ordigno.

Durante queste operazioni verrà interdetto il traffico della linea ferroviaria Milano-Venezia e lo spazio aereo nel raggio di 800 metri attorno all'ordigno. Tutto dovrebbe concludersi intorno alle 16, si legge in una nota diramata dall'Esercito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento