L’ombra di una nuova discarica incombe su Ghedi 

Il sito sorge a poca distanza dalla cava Inferno, in località Finil nuovo, e potrebbe ospitare fino a 1.600.000 metri cubi di rifiuti. Deciso il 'no' del Sindaco e del consiglio comunale, ma l’ultima parola spetta a Provincia e Regione

Foto di repertorio

GHEDI. Altro giro, altra discarica. Il fiorente business dei rifiuti ha messo gli occhi ancora una volta sulla Bassa Bresciana, su Ghedi per la precisione, dov’è ancora aperta la questione  della cava Inferno. Il nuovo sito di smaltimento dei rifiuti si collocherebbe a Finil Nuovo  e andrebbe a colmare la voragine lasciata in dote dall’ambito estrattivo territoriale 39. Una discarica che potrebbe accogliere 1.600.000 metri cubi di spazzatura, posizionata a poca distanza dalla già citata cava Inferno. L’impatto sull’ambiente potrebbe quindi essere pesante.

Tant’è che l’ipotesi è già stata abbondantemente scartata dal sindaco Lorenzo Borzi e dall’interno consiglio comunale che si oppongono al progetto, ma l’ultima parola spetta a Regione e Provincia. Il primo cittadino ha  anche incaricato un tecnico per motivare la bocciatura della discarica e ha rinviato la discussione del caso a una seduta straordinaria che sarà aperta a tutta la cittadinanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento