rotate-mobile
Cronaca

Uccisa e fatta a pezzi: tweet offensivo, allontanato comico di Zelig

Pietro Diomede ha pubblicato su Twitter una frase rivolta a Carol Maltesi, la 26enne uccisa nel Milanese

Allontanato da un programma comico per una battuta. È il destino toccato a Pietro Diomede, artista che avrebbe dovuto esibirsi il prossimo 12 aprile sul palco dello storico Zelig di viale Monza, a Milano. 

Diomede – spiegano i colleghi di Milanotoday – paga un paio di tweet che ha "dedicato" a Carol Maltesi, la 26enne pornostar nota con il nome di Charlotte Angie che sarebbe stata uccisa nel Milanese dal vicino di casa Davide Fontana per poi essere fatta a pezzi e gettata in un dirupo nel Bresciano. Il giorno in cui è stato fermato il presunto killer, il comico ha pubblicato sul suo profilo due tweet sulla vicenda. 

"La prima volta che ho sentito l'espressione 'gioco erotico finito male' è stata al mio battesimo", ha scritto in uno. E in un altro, ben più pesante: "Che il cadavere di una pornostar fatto a pezzi venga riconosciuto dai tatuaggi e non dal diametro del bu... non gioca a favore della vittima". 

Il cinguettio, ancora presente sulla pagina di Diomede - tra l'altro noto proprio per le sue battute "estreme" -, ha causato una miriade di commenti negativi e indignati. Al punto che Zelig ha poi fatto sapere: "Abbiamo ricevuto segnalazioni in seguito al tweet di un artista che avrebbe dovuto esibirsi presso lo Zelig il 12 Aprile. Ci dissociamo completamente da quel Tweet, che disapproviamo nella maniera più assoluta. Di conseguenza - l'annuncio del teatro -  l'artista è stato escluso dalla programmazione Zelig".

Foto - I tweet pubblicati da Diomede

tweet diomede carol maltesi-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccisa e fatta a pezzi: tweet offensivo, allontanato comico di Zelig

BresciaToday è in caricamento