Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Rodengo Saiano

Sindaco si dimette, pronto il commissariamento

“Prendo atto che non vi sono più le condizioni minime per la prosecuzione del mio incarico, e rassegno le mie irrevocabili dimissioni”

Venti giorni di tempo per un eventuale ripensamento, dopodiché il Comune sarà formalmente commissariato. Accade a Rodengo Saiano, dove il primo cittadino Giuseppe Andreoli ha rassegnato le dimissioni. 

In carica dal 2009, attualmente al secondo mandato, il sindaco ha presentato la lettera di dimissioni nella giornata di venerdì. Ufficialmente Andreoli parla di problematiche legate a contrasti con alcuni membri della Giunta (nei mesi scorsi l'ente fu scosso dalla vicenda dell'assessore ai Servizi Sociali), alcune voci però vorrebbero che sulla decisione abbia influito l'inchiesta che ha portato all'accusa di concussione proprio per il primo cittadino e per il responsabile dell'ufficio tecnico del suo ente. 

Le indagini sono ancora in corso, e partono da una vicenda legata al un canone d'affitto per il Musil pagato, tra il 2006 e il 2016 dall'Outlet Franciacorta. Proprio la dirigenza del centro commerciale avrebbe denunciato alla Procura di Brescia presunte pressioni da parte del sindaco in merito alla richiesta di proseguire con il pagamento dell'affitto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco si dimette, pronto il commissariamento

BresciaToday è in caricamento