Urla in piena notte e sveglia un quartiere, poi con la bottiglia contro i poliziotti

Notte movimentata sabato a Desenzano del Garda: un 38enne ubriaco ha aggredito i poliziotti con una bottiglia rotta, ma è stato arrestato

E' stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Polizia di Desenzano il marocchino di 27 anni, irregolare sul territorio nazionale, che sabato notte ha scatenato il caos nel cortile di un condominio della cittadina lacustre. La chiamata al 112 è arrivata intorno alle 2: lo straniero, probabilmente ubriaco, stava facendo tanto casino (e da solo) da svegliare tutti i residenti. In preda a chissà quale raptus, urlava e minacciava gli abitanti che per paura si erano rinchiusi in casa.

Quando i poliziotti sono arrivati sul posto, lo hanno visto mentre armato di bottiglia, frantumata, stava prendendo a calci le porte degli appartamenti al piano terra. All'arrivo degli agenti si è scagliato contro di loro, li aggrediti prima a parole e poi nei fatti, brandendo appunto il vetro infranto.

Spray urticante per fermare l'aggressore

Gli uomini della Polizia di Stato, coordinati dal vicequestore Bruno Pagani, l'hanno affrontato non senza fatica, ma sono riusciti a disarmarlo e immobilizzarlo anche grazie allo spray urticante in dotazione. Il giovane ha continuato a opporre resistenza, colpendo ancora gli agenti con calci e pugni. La colluttazione si è conclusa dopo lunghi attimi di tensione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta bloccato e disarmato, è stato accompagnato in Commissariato, dove è stato identificato e arrestato. Dagli accertamenti è emerso che il 27enne era già stato colpito da un provvedimento di espulsione, firmato dalla Questura di Firenze nel gennaio di un anno fa e mai eseguito. Il suo arresto è stato convalidato nelle ore successive: l'uomo è stato condannato a 5 mesi  di reclusione per resistenza a pubblico ufficiale e inottemperanza all'ordine di lasciare il territorio nazionale. A breve verrà espulso dall'Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla e Ines, la tragedia sulla strada per le vacanze

  • Quattro mesi di lotta contro il Coronavirus: è morto il dottor Fiorlorenzo Azzola

  • Coronavirus, in Lombardia via libera a calcetto e discoteche

  • Scontro mortale in autostrada: decedute due sorelle bresciane

  • Bambina scomparsa nel nulla a Serle: condannata l'educatrice

  • Si appoggia a un masso e precipita nel vuoto: addio a Saverio

Torna su
BresciaToday è in caricamento