Desenzano: batte le testa tuffandosi, rischia di annegare

Un turista olandese è rimasto privo di sensi in acqua ed è stato salvato dagli altri bagnati davanti al campeggio San Francesco

DESENZANO. Ancora un brutto incidente sul lago a causa di un tuffo mal calibrato, dopo gli episodi - avvenuti negli ultimi 20 giorni - di un ragazzo di 16 anni rianimato in spiaggia e di un 18enne che ora rischia danni permanenti.

Sfortunato protagonista, questa volta, un turista olandese, che - martedì sera verso le 22 - ha battuto la testa sul fondale dopo essersi tuffato in acqua davanti al campeggio San Francesco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A seguito dell’urto l’uomo è rimasto privo di sensi e, se non fosse stato in compagnia di altri bagnati, sarebbe di certo annegato. Portato a riva, è stato subito trasportato al vicino ospedale, dove - col passare del tempo - si è lentamente ripreso. Resta il grande spavento per una disavventura che avrebbe potuto avere conseguenze ben peggiori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla e Ines, la tragedia sulla strada per le vacanze

  • Si sente male nel suo locale, ristoratore bresciano muore mentre sta lavorando

  • Coronavirus, in Lombardia via libera a calcetto e discoteche

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Si appoggia a un masso e precipita nel vuoto: addio a Saverio

Torna su
BresciaToday è in caricamento