Lungolago di Desenzano: giallo sul decesso di un "trans"

L'uomo, un 46enne in abiti femminili, è stato colpito da un malore in un locale, ma i medici non sono riusciti a stabilire le cause del decesso

Sul caso la polizia sta cercando di mantenere il massimo riserbo, ma restano ancora avvolte nel giallo le cause del malore che è costato la vita a un "trans" di 46 anni, nella notte tra il 15 e il 16 agosto a Desenzano.

A perdere la vita un uomo originario del Piemonte, che - in abito femminile - stava trascorrendo il weekend di Ferragosto sul lago di Garda.

Da una prima frammentaria ricostruzione, sembra che il 46enne si sia sentito male verso le 23:00, all'interno di locale sul lungolago. Soccorso dal 118, è stato trasferito d'urgenza al vicino ospedale. Al suo arrivo, però, i medici non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

La causa, però, è tuttora sconosciuta. Da un primo esame è stato infatti impossibile acquisire informazioni utili a far luce su quanto avvenuto. Inoltre, sembra che l'uomo godesse di ottima salute. I medici hanno quindi deciso di mettere la salma a disposizione dell'autorità giudiziaria e del Commissariato, che ha disposto nuovi accertamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento