Desenzano: atti di bullismo fuori dalla scuola media Catullo?

In una missiva inviata a consiglieri comunali e polizia, una ventina di genitori denunciano atti di bullismo sull'autobus scolastico, ma gli agenti della locale non hanno trovato nessun riscontro

I genitori dei ragazzi della  scuola media Catullo di via Michelangelo a Desenzano hanno denunciato, con una lettera inviata ai consiglieri, atti di billusmo sull’autobus all’uscita di scuola.

Nella missiva, già inviata a fine aprile al comando di polizia locale, si chiede di  di «istituire un servizio di vigilanza durante l'uscita da scuola, permettere l'uso del trasporto scolastico solo ai ragazzi iscritti senza consentire di salire a chi non è abbonato ma che con prepotenza se ne serve egualmente.»

«E infine - continua - sarebbe opportuno che nell'ambito dei servizio di sorveglianza venissero sottoposti a particolare controllo alcuni ragazzi, anch'essi scolari della media che, all'uscita dal plesso, si abbandonano a gesti di gratuita violenza nei confronti di altri alunni e delle auto circolanti, anche con lanci di sassi e petardi, provocando fra l'altro intralcio alla circolazione stradale».

Il comandante della "Municipale" desenzanese Carlalberto Presicci, tuttavia, afferma di non aver avuto riscontri a quanto viene denunciato, né di aver rintracciato testimoni tra i ragazzi. Inoltre, assicura, la capienza dell’autobus è in regola con le norme di sicurezza.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lastre di cemento sfondano la cabina del tir: strada chiusa e caos traffico

  • Addio Elisabetta, una lunga lotta contro il cancro: "Sei stata un esempio per tutti"

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Tragico incidente mentre torna a casa dal lavoro: muore padre di famiglia

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

Torna su
BresciaToday è in caricamento