Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Frattura la testa dell’amico con pugni e calci: arrestato ragazzo

I carabinieri lo hanno raggiunto in pochi minuti: aveva ancora le mani sporche di sangue

Foto d'archivio

Picchiato davanti al bar e non da uno sconosciuto 'rivale', ma da un ragazzo che diceva essere suo amico: il volto ridotto a una maschera di sangue, numerose fratture. Vittima del brutale pestaggio, avvenuto nei pressi di un locale di Via Matteotti a Desenzano, è un 47enne della zona. Scattata la chiamata ai soccorsi, l'uomo è stato trasferito all'ospedale della cittadina gardesana per le cure del caso: la prognosi è di ben 40 giorni.

Il suo aggressore - un 26enne brasiliano irregolare - non l'ha passata liscia. Prima di salire sull'ambulanza, il 49enne ha raccontato ai carabinieri i dettagli del pestaggio, fornendo anche l'indirizzo del conoscente. I militari del Radiomobile di Desenzano non hanno dovuto faticare per trovarlo, dato che abita in appartamento situato nella palazzina accanto al bar teatro del pestaggio.

Quando gli uomini dell'Arma hanno aperto la porta, il giovane brasiliano era ancora intento a lavarsi le mani intrise di sangue. Il 26enne ha ammesso tutto: il raptus di violenza sarebbe scattato al termine di una lite scoppiata per futili motivi; subito sono scattate le manette per violenza privata e lesione personale aggravata. Sottoposto a rito direttissimo, il giudice ha convalidato l’arresto.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frattura la testa dell’amico con pugni e calci: arrestato ragazzo

BresciaToday è in caricamento