rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca Desenzano del Garda

Nel lago batteri fecali 63 volte sopra i limiti: "Il torrente è una fogna a cielo aperto"

Il Wwf: "Quello che è saltato fuori è sconvolgente"

DESENZANO. "Il torrente Pescala veicola direttamente a lago un carico inquinante corrispondente a migliaia di abitanti (fra 3 e 6 mila evidenziano le tabelle). Ciò indica l'urgenza di eliminare il carico inquinante sversato a lago per consentirne il convogliamento nel collettore fognario e al sistema di depurazione". A dirlo è il dipartimento di Ingegneria dell'Università di Brescia, in un studio commissariato per 12mila euro dal Comune sull'annosa questione dell'inquinamento degli scarichi a lago. Il Rio Pescala sfocia alla Maratona.

Secondo quando evidenziato dalla studio, svolto dalla dottoressa Roberta Pedrazzani, dal professor Giorgio Bertanza e dall'ingegnere Laura Menoni, in alcuni momenti dell'anno il torrente sverserebbe nel lago di Garda acque inquinate da Escherichia Coli (quindi feci umani e animali) anche 63 volte oltre i limiti di legge. Come nel caso della giornata campione del 26 marzo: invece del limite di legge di 1.000 unità per 100 millilitri, si è registrato un dato di 63.000. Praticamente una fogna a cielo aperto, anche a causa di scarichi fognari abusivi e fuorilegge. Il grande problema, dunque, non sono solo degli scarichi di emergenza del collettore interlacuale.

"Quello che è saltato fuori è sconvolgente. Valori di inquinamento altissimi - commenta il Wwf di Brescia e Bergamo -, uno scarico di un fiume naturale che, dalle campagne di Desenzano, attraversa il centro abitato sfociando direttamente a lago diventa una vera e propria fogna a cielo aperto, con un carico inquinante altissimo, si parla di sostanze organiche corrispondenti a diverse migliaia di abitanti che finiscono direttamente nel lago. Ancora un'altra conferma dopo gli esiti di Arpa di qualche settimana fa sempre a Desenzano che certificavano inquinamento da reflui urbani su una spiaggia a Rivoltella. Con questo studio il Comune di Desenzano non fa altro che confermare e rendere ufficiale la grave situazione".

Il problema degli a scarichi a lago (sarebbero circa 40 quelli abusivi) è da sempre un cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle, che torna all'attacco con un comunicato durissimo del consigliere comunale Andrea Spiller: "Lascia senza parole il fatto che l'equivalente di 3-4000 abitanti mediamente scarichino a lago ogni giorno quanto fuoriesce dalle proprie fosse biologiche, o peggio direttamente dai propri impianti, solo in uno dei tanti scarichi presenti lungo le nostre coste. Si evidenziano i limiti e le lentezze delle istituzioni: l'Amministrazione di Desenzano non ha previsto alcun intervento (0 euro di investimenti per il 2019) sull'ammodernamento della rete fognaria cittadina per il prossimo anno. Ma quello che lascia basiti, dalla relazione sul rio Pescala, sono i numeri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel lago batteri fecali 63 volte sopra i limiti: "Il torrente è una fogna a cielo aperto"

BresciaToday è in caricamento