menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Si lascia con la fidanzata, poi si schianta in curva: calci e pugni agli infermieri

Un altro episodio di violenza all'ospedale di Desenzano del Garda: il protagonista stavolta è un 22enne di Lonato, in preda a un raptus di follia dopo un incidente

Ennesima aggressione all'ospedale di Desenzano del Garda: un 22enne di Lonato, appena soccorso dopo un incidente, una volta raggiunto il pronto soccorso ha dato di matto, prendendo a calci medici e infermieri. Ha placato la sua ira solo dopo l'arrivo di una pattuglia della Polizia di Stato. Nessuno si è fatto male, per fortuna, ma non si esclude che il giovane venga denunciato. E' il dodicesimo episodio violento, dall'inizio dell'anno, negli ospedali di Desenzano e Lonato.

Lo scrive Bresciaoggi: tutto è successo nel tardo pomeriggio di martedì. Il giovane è uscito di strada in zona Barcuzzi, a bordo della sua Ford Fiesta: l'auto si è ribaltata dopo una curva, e il 22enne è rimasto miracolosamente illeso. Sul posto ambulanza e Polizia locale: in lacrime, il ragazzo ha raccontato agli agenti di essere disperato per la sua storia d'amore appena conclusa.

In via precauzionale, è stato accompagnato dall'autolettiga al pronto soccorso, per gli accertamenti del caso. Ma dopo qualche minuto di calma apparente, il 22enne lonatese ha perso il controllo, sferrando calci e pugni a destra e manca, in preda a un raptus che ha cercato poi di sfogare addosso a un medico e un'infermiera. Il personale sanitario in qualche modo è riuscito a bloccarlo. Poi è arrivata la Polizia. Solo un paio di settimane fa, in ospedale, un'altra violenta aggressione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento