Botte e minacce dentro e fuori dal bar: chiusi due locali della movida

Porte chiuse e sigilli per 6 giorni esatti al Castellani e al Bellini's di Desenzano del Garda: troppi litigi, botte tra titolari e dipendenti e forze dell'ordine costrette a intervenire in più occasioni. Le disposizioni della Questura

Foto d'archivio

Litigavano dentro e fuori dal locale, si pizzicavano durante le ore di volantinaggio per attirare a sé i clienti di passaggio, sono venuti alle mani così tante volte che le forze dell’ordine – Polizia, Carabinieri e Locale – sono dovute intervenire addirittura in una decina di occasioni, e in pochi mesi.

Ma ora sono stati posti i sigilli – resteranno chiusi per 6 giorni – a due noti locali della movida di Desenzano, e proprio sul lungolago: il Castellani di Vicolo del Moro e il Bellini’s di Via Papa, proprio all’incrocio di Piazza Matteotti.

Un provvedimento emesso dalla Questura di Brescia su richiesta del Commissariato di Pubblica Sicurezza coordinato dal dirigente Bruno Pagani. Un primo avvertimento, perché se gli screzi anche violenti tra i due locali non si placheranno le conseguenze potrebbero essere anche più onerose.

I motivi della scelta quelli citati poco fa: ma con l’aggravante di lotte e litigi anche in mezzo alla strada, magari brandendo oggetti pericolosi, proprio lungo una delle vie più frequentate della città, creando così non pochi rischi all’ordine e alla sicurezza pubblica.

Una rivalità che proseguirebbe da anni, e avrebbe coinvolto prima i titolari dei due locali, poi anche i loro dipendenti e infine pure le famiglie. In alcuni casi ci sarebbero stati pure dei ricoveri in ospedale, oltre a denunce e querele per lesioni e minacce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento