Cronaca Desenzano del Garda

Insulti e gesti osceni, due ragazzine scappano dal maniaco sessuale

Un Ispettore Capo della Polizia Penitenziaria – di stanza a Canton Mombello – nella serata di giovedì ha sventato un tentativo di molestia a Desenzano del Garda, mentre era a passeggio libero dal servizio.

Il poliziotto ha notato due ragazze di 15 anni che scappavano spaventate da un 30enne di origine asiatica, completamente ubriaco, che le ingiuriava con parole e gesti osceni. Grazie al suo intervento e all'immediato allarme lanciato ai carabinieri, il maniaco è stato bloccato appena in tempo. Una volta identificato, è stato poi accompagnato in caserma per i dovuti atti di Polizia Giudiziaria.

“Episodi che ormai si registrano costantemente nel nostro Paese – afferma Antonio Fellone, segretario nazionale del Sindacato Nazionale Autonomo di Polizia Penitenziaria – e che meritano la giusta riflessione ed azioni serie che contrastino tali fenomeni”. 

“Da notare — continua — come l’aggressione sia avvenuta mentre ricorreva la festa della donna. E' stata sventata solo grazie all’intervento del poliziotto bresciano: un eroe silenzioso, che anche nel quotidiano ha mostrato alte qualità morali ed umane al servizio delle Istituzioni”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti e gesti osceni, due ragazzine scappano dal maniaco sessuale

BresciaToday è in caricamento