Cronaca Desenzano del Garda

"Mio padre ha avuto un infarto", ma è solo un bluff per spillare soldi

Nuova tecnica per truffare gli automobilisti in sosta al McDrive di Desenzano. Diversi gli episodi e i raggiri andati a segno

Bussava ai finestrini delle auto in colonna al McDrive: il volto sconvolto, gli occhi gonfi di lacrime, poi la frase per intenerire gli automobilisti presi alla sprovvista. "Mio padre ha avuto un infarto, è in ospedale" diceva convinto e sofferente, prima di avanzare la più classica delle richieste: 20 euro per fare benzina e poter raggiungere il nosocomio dove era ricoverato il parente in fin di vita.

Un bluff per truffare le persone di buon cuore, messo in atto parecchie volte - a quanto pare - nel parcheggio del McDrive di Desenzano del Garda. Il giovane uomo è però stato smascherato da un 34enne di Lonato: al posto di consegnare i soldi si è offerto di dargli un passaggio fino all'ospedale. A quel punto l'uomo è salito sulla sua auto, una Volkswagen Polo, ed è fuggito in direzione dell'autostrada. Il giovane truffatore è stato segnalato alle forze dell'ordine, oltre che sui social
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mio padre ha avuto un infarto", ma è solo un bluff per spillare soldi

BresciaToday è in caricamento