Cronaca Desenzano del Garda / Piazza Malvezzi

Desenzano, manifestazione NoTav: presenti 800 persone

I NoTav chiedono la cancellazione del progetto: «Arrecherà ingenti danni al territorio. Potenziate le linee ferroviarie esistenti»

Foto (C) BresciaToday.it

Ottocento persone per dire «No» alla Tav Brescia Verona. È quanto avvenuto nel pomeriggio di sabato a Desenzano del Garda (Brescia) dove diversi cittadini hanno sfilato per cinque chilometri manifestando la loro contrarietà al progetto.

«La costruzione della linea ferroviaria ad alta velocità tra Brescia e Verona — scrivono i NoTav in una nota — arrecherà  immensi danni a questo territorio: saranno demolite cascine secolari, stalle, cantine, agriturismi, estirpati pregiati vigneti, la viabilità sarà sconvolta, tagliando i collegamenti tra il lago e il suo entroterra, e il paesaggio deturpato».

Gli attivisti chiedono la cancellazione dell’opera a vantaggio del potenziamento delle linee ferroviarie esistenti. Non solo: secondo i NoTav mancano le risorse per finanziare l’infrastruttura: «Solo per la Brescia-Verona è stato preventivato un costo di 4 miliardi di euro, di cui al momento ne sono disponibili meno di 800 milioni. 1.000 milioni dovrebbero arrivare nel 2016 e la restante parte, più di 2.000 milioni, in “futuro”. Come si può iniziare un’opera avendo meno della metà dei soldi necessari alla sua realizzazione e, soprattutto, non sapendo quando saranno disponibili quelli mancanti?»

Non è della stessa opinione il Ministero dell’Interno. Da Roma ribadiscono che le risorse ci sono e sono disponibili: «Si tratta di un’opera da realizzare per quattro lotti costruttivi e oltre 2 miliardi di euro per i primi due lotti sono stati già previsti nelle leggi di stabilità 2014 e 2015»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Desenzano, manifestazione NoTav: presenti 800 persone

BresciaToday è in caricamento