Cronaca

Desenzano, al liceo col fucile: svastiche e trash metal, studente in carcere al Beccaria

Emergono nuovi particolari sulla vita del ragazzo che si è presentato all'ultimo giorno di scuola con un fucile da caccia carico e una trentina di cartucce. Il 17enne è ora in carcere al Beccaria di Milano

Milano: il carcere minorile Beccaria

"Sono contro la guerra", ha raccontato dopo il suo arresto, ma le prime indagini sul diciassettenne che ieri è entrato nel 'Liceo Bagatta' di Desenzano con un fucile da caccia già armato e con una trentina di cartucce sembrano raccontare una storia diversa: quello di un ragazzo problematico, amante del trash metal, genere rock particolarmente duro, e con un'anima cupa, tanto da disegnare svastiche nei test Invalsi, per valutare gli studenti.

Il giovane potrebbe essere sentito già domani (comunque entro mercoledì) dal gip del Tribunale dei minori di Brescia per la convalida dell'arresto per porto illegale di arma da fuoco con l'aggravante di aver portato il fucile in un istituto scolastico. Qualche conseguenza potrebbe averla anche suo padre che dovrà essere inevitabilmente iscritto nel Registro degli indagati per omessa custodia del fucile.

Lo studente ha raccontato che l'armadio in cui si trovava il semiautomatico era chiuso a chiave, ma un altro particolare da chiarire è se possedeva una copia delle chiavi o le abbia prese ai famigliari. I carabinieri di Desenzano non hanno ancora esaminato il computer del ragazzo, esame che dovrà essere fatto alla presenza di consulenti del difensore, Alessandra Bossini, in quanto atto irripetibile.

Dalle analisi potrebbe emerge qualche elemento per comprendere meglio la personalità dello studente e forse anche ciò che realmente aveva intenzione di fare quando é entrato nell'istituto con il fucile nascosto nella custodia del suo basso elettrico che poi ha estratto in aula, prima che un'insegnante desse l'allarme e facesse intervenire i militari. Ora il ragazzo si trova nel carcere per minori Beccaria di Milano.

SULLO STESSO ARGOMENTO:
- Al liceo Bagatta col fucile: il Pm dei minori dispone l'arresto dello studente

- Bagatta: era stato bocciato lo scorso anno. Dal giovane frasi contro la guerra
- "Non volevo sparare, era un gesto dimostrativo". Il racconto degli studenti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Desenzano, al liceo col fucile: svastiche e trash metal, studente in carcere al Beccaria

BresciaToday è in caricamento