Cronaca

Trovata acqua calda a 60 gradi: Desenzano sogna le sue terme

Roboante annuncio della società Terme di Desenzano: tra il Vò e il Desenzanino ci sarebbe l'acqua giusta per realizzare il primo parco termale della storia desenzanese

Foto di repertorio

Un parco termale a Desenzano del Garda, un sogno che potrebbe presto diventare realtà. Non più fantascienza ma un vero progetto, a seguito dei risultati delle prime esplorazioni tra il Vò e il Desenzanino, effettuate sul finire del 2014. Percussioni e ‘botte’ sulla spiaggia e sull’asfalto, onde sonore poi registrate da speciali sismografi in grado di ricostruire la conformazione rocciosa subacquea.

La relazione tecnica parlerebbe molto chiaro: rocce calcaree simili a quelle di Sirmione e di Rodigo, nel Mantovano, dove le terme ci sono da tempo. E dunque acqua calda fino ai 60 gradi di temperatura, utile per sedute ‘salutistiche’ e appunto termali.

A lanciare il sasso della proposta la società Terme di Desenzano srl, holding capitanata da Franco Visconti e che raccoglie vari imprenditori locali – tra cui il Consorzio Albergatori – pronti a investire capitali ‘freschi’ per la realizzazione del primo parco termale della storia desenzanese.

“Le premesse per un futuro scavo ci sono tutte – spiega Visconti – Trovare l’acqua calda a Desenzano significherebbe aumentarne il prestigio, cambiare faccia e pure cambiare nome. Provate un po’ a immaginare come sarebbe bella la nostra Desenzano Terme”.

Ancora da valutare costi e tempistiche, anche se il prossimo passaggio è ormai già annunciato, se non già quasi deciso. Un sondaggio esplorativo decisamente più approfondito, con tanto di carotaggi e misurazioni di profondità. Intanto la certezza è una: a Desenzano l’acqua calda c’è per davvero.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovata acqua calda a 60 gradi: Desenzano sogna le sue terme

BresciaToday è in caricamento