Cronaca Desenzano del Garda / Piazza Cappelletti

Locale preso d'assalto da un commando di 4 persone, beccati i responsabili

Individuati i responsabili del blitz al Bep's Burger di Desenzano del Garda: quattro italiani residenti nel Bresciano, tra loro anche un ex dipendente dell'hamburgeria. Trovata la refurtiva sugli scaffali di un negozio di elettronica

Un'indagine lunga due anni, fatta di intercettazioni telefoniche, pedinamenti, sequestri ma pure di prelievi e analisi del Dna ha portato all'individuazione dei responsabili della spaccata al Bep's Burger di Desenzano, avvenuta il 29 agosto del 2016. Nei guai sono finiti quattro cittadini italiani residenti nel Bresciano: per loro l'accusa è di furto aggravato. 

I malviventi avevano agito poco più tardi delle 4: avevano sfondato la vetrina a picconate e, una volta dentro, avevano puntato dritto alla cassaforte, ma non erano riusciti né a forzarla né a portarsela via. Così si erano dovuti accontentare dei contanti trovati in cassa, circa 300 euro, di un computer e dei tablet per le ordinazioni. I rapinatori si erano anche impossessati del terminale delle telecamere interne di sorveglianza, con l'intera memoria, in modo da non lasciare alcuna traccia.

Fin dai giorni successivi al blitz, i sospetti del Commissariato di Polizia, coordinato dal vicequestore Bruno Pagani, si erano concentrati su un ex dipendente dell'hamburgeria di piazza Cappelletti che aveva precedenti proprio per reati contro il patrimonio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Locale preso d'assalto da un commando di 4 persone, beccati i responsabili

BresciaToday è in caricamento