Chiavi e grimaldelli nell'auto: fermate due coppie sospette

Viaggiavano di notte nascondendo in auto i più classici attrezzi per lo scasso

Al fine di prevenire e contrastare furti e rapine, spaccio di sostanze stupefacenti e l’immigrazione clandestina, il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Desenzano del Garda, diretto dal vicequestore Bruno Pagani, nei giorni scorsi ha intensificato l'attività di controllo sulle vie di accesso principali alla cittadina. I controlli hanno impegnato numerose unità operative; il bilancio di otto posti di blocco parla di 193 persone identificate e 75 automezzi fermati.

Due soggetti sono stati fermati in un parcheggio nella zona di Rivoltella, mentre si trovavano a bordo di Mercedes. Residenti in altre province e pregiudicati per reati contro il patrimonio, entrambi risultano essere di etnia rom, uno aveva cittadinanza italiana mentre l’altro olandese. Nell’auto sono stati rinvenuti - occultati sotto il sedile - alcuni arnesi atti allo scasso e passaporti rilasciati dalla Repubblica Popolare Cinese, sottratti alcuni giorni fa a turisti di quel Paese in visita a Milano. I due soggetti, sottoposti al provvedimento di Divieto di ritorno nel Comune di Desenzano, sono stati indagati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Brescia per i reati di Ricettazione e Possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Due donne, sempre di etnia rom, sono state fermate invece in via Colli Storici mentre viaggiavano a bordo di una Ford Fiesta. Anche qui, nell'abitacolo dell'auto sono stati rinvenuti arnesi atti allo scasso, cacciaviti e piede di porco. Le stesse, residenti in altre provincie, gravate da numerosi precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio, venivano sottoposte al provvedimento di Divieto di ritorno nel Comune di Desenzano, ed indagate per gli stessi motivi dei due uomini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lombardia, la nuova ordinanza: via la mascherina all'aperto

  • Tetti distrutti, auto schiacciate dagli alberi: i 20 minuti d'inferno della tempesta

  • Cadavere in montagna: risolto il 'mistero' dell'escursionista trovato morto

  • Un bimbo si sente male, al grest di paese un sospetto caso di coronavirus

  • Ubriaco al volante dell'auto, scappa dalla polizia ma finisce la benzina

  • Schianto nella notte, gravissimi tre ragazzi: uno è stato sbalzato fuori dall'abitacolo

Torna su
BresciaToday è in caricamento