rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca Desenzano del Garda

Identificata la donna trovata morta nel lago: ipotesi malore o gesto estremo

Ci sono voluti diversi giorni per risalire alla sua identità

È stata identificata la donna trovata senza vita nelle acque del lago di Garda, a Desenzano, all'alba di venerdì 29 aprile. Per darle un nome ci sono voluti diversi giorni: nonostante fosse stata rinvenuta anche la borsetta, non c'era però traccia alcuna dei suoi documenti. Sul corpo nessun segno particolare, nemmeno un tatuaggio, e nessuna denuncia di scomparsa (corrispondente al profilo della vittima) era stata presentata nelle ore precedenti al suo ritrovamento. 

Ora la fine del giallo, grazie alle indagini dei carabinieri della locale stazione. Si tratta di una 60enne veronese, che era solita frequentare la cittadina gardesana. Sul corpo – avvistato all'altezza del lungolago Cesare Battisti da alcuni passanti – non sono stati trovati segni di violenza. Due le ipotesi sulle cause del decesso: un malore improvviso, con successiva caduta in acqua, o un gesto estremo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Identificata la donna trovata morta nel lago: ipotesi malore o gesto estremo

BresciaToday è in caricamento