rotate-mobile
Cronaca Desenzano del Garda

L'invasione pacifica dei cigni in piazza: boom di scatti sui social

A Desenzano del Garda è diventata una vera e propria mania: a centinaia gli scatti che ritraggono i cigni in parte ormai addomesticati che popolano da tempo il centro storico e la piazza

Nel dettaglio, è vietato dare da mangiare agli uccelli acquatici di diversa specie, oltre che ai piccioni domestici, come detto su tutta la zona litoranea e in prossimità di spiagge, moli, banchine, nelle aree pubbliche e nelle piazze o nelle vie adiacenti. Chiunque “sgarra” rischia una multa salata, fino a 150 euro di sanzione.

Pubblicata sul finire dello scorso anno, l'ordinanza in questione è già oggetto di polemiche e contestazioni. In particolare, sono già state raccolte quasi 350 firme (sul web, sulla piattaforma change.org) affinché la detta ordinanza venga revocata o almeno rettificata: la prima firmataria (nonché promotrice dell'iniziativa) è la giovane Chiara Moranda, responsabile della colonia felina di Sirmione, riconosciuta dall'Ats.

“Salviamo i cigni dallo sfratto – si legge nella petizione – I pochi cigni che frequentano assiduamente il centro storico, nelle immediate vicinanze del lago (tra l'altro amati e ammirati dalla maggior parte dei residenti e dei turisti), la cui unica colpa è quella di essersi adattati all'invadenza umana su un territorio di cui sono legittimi abitanti. […] Le questioni che riguardano il prezioso patrimonio faunistico locale non possono essere liquidate superficialmente come tenta di fare l'ordinanza in questione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'invasione pacifica dei cigni in piazza: boom di scatti sui social

BresciaToday è in caricamento