Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Dello

Ucciso da un attacco d'asma a 33 anni: "Un dolore immenso, ciao Gianfranco"

Morto a 33 anni ucciso da un attacco d'asma: tragedia a Trignano di San Paolo, trovato senza vita il corpo di Gianfranco Baroli di Dello. Allevatore di mestiere, appassionato di caccia e di natura

Morto a 33 anni, molto probabilmente ucciso da un attacco d'asma. Si è sentito male, era da solo: nessuno ha potuto aiutarlo. Tragedia a Trignano, frazione di San Paolo nella “profonda” Bassa, dove nel tardo pomeriggio di mercoledì è stato ritrovato il corpo senza vita di Gianfranco Baroli, 33enne residente alle Corticelle di Dello.

Questa la dinamica: Baroli stava viaggiando verso casa, in una stradina di campagna a bordo del suo furgone, un Fiat Doblò. Improvvisamente si è sentito male: da una prima ricostruzione si pensava ad una puntura d'insetto, poi invece la conferma dell'attacco d'asma fatale. Avrebbe fermato l'auto, poi sceso nel tentativo di riprendere fiato e di chiedere aiuto.

Niente da fare, in pochi attimi è rimasto soffocato. Lo hanno trovato due passanti, intorno alle 19, che hanno immediatamente allertato i soccorsi. Sul posto si sono precipitate un'auto medica e un'ambulanza, ma per il giovane non c'è stato niente da fare.

Grande appassionato di caccia e di natura, tra i fondatori del movimento Civiltà Rurale. Volto noto nel settore, e non solo, è stato a lungo vicepresidente dell'Acl, l'Associazione Cacciatori Lombardi. , vicepresidente regionale e presidente della sezione locale di Dello.

Lavorava in campagna, come allevatore di suini, da tempo era anche uno specialista in falconeria. In paese, una tragedia: lascia mamma Angela e papà Domenico, la sorella Laura, il fratello Eugenio. I funerali sabato mattina, alle 10, nella chiesa parrocchiale delle Corticelle di Dello.

Sui social e sul web non mancano i messaggi di cordoglio. "Intendiamo esprimere le più sentite condoglianze ai famigliari - scrive l'Associazione cacciatori lombardi su Facebook -. Unitamente a tutte le sezioni locali e a tutti gli amici ci stringiamo all'immenso dolore". “Un prezioso compagno di viaggio, con lui abbiamo riso e scherzato fino a qualche giorno fa, ci saremmo dovuti ritrovare questo fine settimana - si legge ancora in una nota dell'Acl -. In silenzio e da solo se n'è andato improvvisamente, stroncato da un malore”.

“Acl, con tutti i suoi dirigenti, consiglieri e associati si stringe intorno alla famiglia dell'amico Gianfranco, in questo tristissimo momento. Ai genitori, alla sorella e al fratello le più sentite condoglianze. Ciao Gianfranco”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso da un attacco d'asma a 33 anni: "Un dolore immenso, ciao Gianfranco"

BresciaToday è in caricamento