Lacrime per Dado, ucciso dal cancro a soli 39 anni: "Ti aspetto nei miei sogni"

Martedì mattina a Sirmione i funerali di Davide “Dado” Boschi, ucciso a 39 anni dal cancro che già aveva sconfitto quando era giovane

Davide Boschi

Lo spazio (esterno) allestito di fianco alla chiesa di Lugana martedì mattina potrà accogliere non più di 150 persone, per motivi di sicurezza sanitaria: ma è chiaro che sarebbero arrivati a centinaia pur di salutarlo l'ultima volta. In questi giorni sono tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati alla famiglia, nel ricordo di un ragazzo tanto allegro quanto disponibile, strappato alla vita da un cancro che dopo anni di lotta senza sosta, purtroppo, non gli ha lasciato scampo.

Aveva solo 39 anni Davide Boschi, per tutti semplicemente Dado: classe 1980, ne avrebbe compiuti 40 a settembre. Molto conosciuto a Sirmione, il suo paese adottivo ma dove abitava da anni, e in tutto il Basso Garda e oltre: insieme al fratello Emanuele (detto Piciu) aveva gestito un rifugio e un albergo in Val di Fassa. Prima di allora era stato il titolare dell'Hostaria Rovizza.

Passano gli anni, scorre il fiume dei ricordi. Dado Boschi aveva già affrontato il male del cancro, quando era ancora giovanissimo. Sembrava averla vinta, quella battaglia, che invece è tornata più cattiva che mai, solo pochi anni fa. Non si è mai arreso, lui che era così aggrappato alla vita. Ha lottato finché ha potuto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'abbraccio dei familiari

Lo piangono la moglie Silvia, i genitori Maurizia e Valerio, la sorella Elena (che è assessore nella giunta di Sirmione) e il fratello Emanuele, i suoi 6 adorati nipoti. “Nei momenti più bui della mia vita c'eri tu – scrive Emanuele su Facebook – ed io in questi anni ho fatto il possibile per renderti indietro quello che mi hai dato, un tesoro inestimabile che solo io conoscono. Sei stato davvero il numero uno, è un onore inarrivabile essere stato tuo fratello. Ci vediamo di là Dadone, promettimi che verrai ogni tanto a trovarmi nei sogni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ha aperto il nuovo ipermercato: un maxi-store da 5.788 mq (e 120 dipendenti)

  • Terribile tragedia: bimba di 7 mesi muore soffocata da un palloncino

  • Alcol a minori, sporcizia ovunque e cibo scaduto: 12.000 euro di multa per un fast food

  • Si sente male in classe, è positivo al tampone: nuova quarantena a scuola

  • Tragedia sui cieli della Lombardia: aereo precipita e prende fuoco, due morti

  • Shampoo e docciaschiuma, fa il bagno nella fontana della piazza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento