Cronaca

Dissidi in parrocchia, il curato dà le dimissioni: “Nessun risentimento, ma dico addio”

Succede a Darfo: in una lettera ai fedeli Don Sergio Contessi ha ufficializzato la decisione di lasciare il suo incarico. Una scelta che, si legge nella nota, si deve anche alla prolungata carenza di comunicazione con il parroco

Incomprensioni, incomunicabilità e forse un diverso modo di intendere e vivere la fede. Un rapporto di collaborazione, quello tra il parroco e curato di Darfo, che non è mai decollato, portando Don Sergio Contessi a rassegnare le sue 'dimissioni'. Dopo sette anni e mezzo il curato lascia infatti la parrocchia più numerosa della cittadina.

L'annuncio è apparso qualche giorno fa sul notiziario che viene settimanalmente recapitato ai fedeli.  "A breve - si legge nella lettera - terminerà il mio servizio pastorale in questa mia amata parrocchia, in vista di un periodo di riflessione e di riposo. Una scelta maturata in pieno accordo con il Vescovo Luciano Monari".

Un addio sofferto e così motivato: "Una prolungata carenza di comunicazione tra me e don Giuseppe ha condizionato e messo in discussione il mio modo di essere prete a Darfo. Senza alcun risentimento verso don Giuseppe nè verso alcun altro, ho maturato questa scelta che ora rendo pubblica". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dissidi in parrocchia, il curato dà le dimissioni: “Nessun risentimento, ma dico addio”

BresciaToday è in caricamento