Cronaca

Bombe carta nella sua casa bresciana: Daspo a un ultras atalantino

Durante il primo tempo di Atalanta-Juve esplose una bomba carta. Le indagini hanno portato all'individuazione di un ragazzo che vive nella nostra provincia.

Fonte: web

Denunciato dalla Procura di Bergamo per l'esplosione di una bomba carta durante la partita Atalanta-Juventus, e dalla Procura di Brescia per il possesso di altre cinque bombe carta. Il quarto di finale di Coppa Italia tra la sua squadra del cuore e la Juve è costato carissimo a un ultras atalantino, per il quale è in arrivo un Daspo che lo potrebbe tenere lontano dagli stadi fino a 5 anni. 

Protagonista della vicenda è un 21enne nato a Lovere ma residente nel Bresciano, a Darfo Boario Terme. Lo scorso 30 gennaio il giovane riuscì ad introdurre nello stadio di Bergamo una bomba carta, fatta esplodere nel primo tempo. Grazie all'analisi dei filmati delle videocamere, e a un intenso lavoro di indagine, durato una settimana, gli inquirenti sono riusciti ad identificare il 21enne nonostante indossasse un passamontagna  con disegnato sopra un teschio. 

A seguito della perquisizione nella sua abitazione di Darfo, dove sono state trovate altre bombe carta oltre a diverso materiale pirotecnico, è scattata la doppia denuncia ed è stato avviato l’iter per l'emissione del Daspo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bombe carta nella sua casa bresciana: Daspo a un ultras atalantino

BresciaToday è in caricamento