menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Litiga col marito e chiama i carabinieri: in casa 20 grammi di cocaina

Marito e moglie, lei 53 anni e lui 65, sono finiti in manette a Darfo con l'accusa di detenzione e spaccio di stupefacenti.

Al limite dell'incredibile la dinamica dell'arresto. Domenica mattina, i due hanno iniziato a litigare pesantemente in casa (sono prossimi a separarsi): la donna ha quindi deciso di chiamare i carabinieri, che si sono subito accorti del nervosismo del 65enne. L'uomo si è infatti diretto velocemente in camera da letto, dopo averli visti alla porta d'ingresso.

I militari lo hanno raggiunto e hanno iniziato la perquisizione: in tasca gli hanno trovato 7 grammi di cocaina. La moglie, a quel punto, si è recata in bagno e, dopo aver afferrato una scatola di medicinali, l'ha lanciata dalla finestra. I carabinieri l'hanno recuperata trovando all'interno altri 5 grammi: l'intera casa è stata quindi passata al setaccio e sono stati rinvenuti ulteriori 8 grammi di polvere bianca, nonché 25mila euro in contanti ritenuti provento dello spaccio. 

I coniugi sono stati arrestati e sono finiti davanti a un giudice: il fermo è stato convalidato, ma nonostante tutto se la sono cavata con poco (per adesso). Il 65enne, pregiudicato, è stato sottoposto all'obbligo di dimora, la 53enne a quello di firma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento