menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Picchia la moglie davanti al figlioletto: i vicini sentono le urla e danno l'allarme

Violenze e umiliazioni pare andassero avanti da mesi. Per il marito violento si sono aperte le porte del carcere.

È stato arrestato e sottoposto alla custodia cautelare in carcere un 20enne nigeriano, accusato di aver picchiato la giovane moglie. L'incubo - fatto di violenze e umiliazioni -  per la donna è finito lo scorso lunedì, quando i vicini di casa hanno chiamato i carabinieri.

L'ennesima vicenda di violenza domestica arriva da Dario Boario Terme. Come riporta il Giornale di Brescia, la donna - anche lei nigeriana - subiva le percosse del marito da alcuni mesi. Lunedì sera le sue grida disperate hanno attirato l'attenzione dei vicini che sono stati i primi ad intervenire: oltre a chiamare il 112, hanno messo fine al brutale pestaggio a cui, purtroppo, aveva assistito anche il bimbo di due anni.  

Tempestivo l'intervento dei militari: quando hanno bussato alla porta dell'abitazione della famiglia, il 20enne avrebbe perso nuovamente le staffe, scagliandosi pure contro di loro. È stato bloccato e portato in caserma, mentre la moglie e il figlioletto sono stati affidati agli assistenti sociali. 

L'arresto è stato convalidato e per l'uomo si sono spalancate le porte del carcere. Nel frattempo la giovane moglie ha trovato il coraggio di raccontare tutti i maltrattamenti ei  pestaggi subiti in passato: gli episodi sono al vaglio degli inquirenti e la pozione del 20enne potrebbe quindi aggravarsi ulteriormente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento