rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Darfo Boario Terme

Ossessionato dalla ex moglie: finisce in carcere, ma appena libero la perseguita

La vicenda ha per protagonista un 60enne pergiudicato camuno e la ex moglie 43enne

Un’ossessione che nemmeno i mesi trascorsi in carcere sono serviti a ridurre: appena è tornato libero si è presentato sotto l’abitazione della ex moglie, nonstante i divieti imposti dal giudice.

Protagonisti della vicenda un pregiudicato 60enne camuno e la ex consorte 43enne. Lui non aveva mai accettato la fine della loro storia, dalla quale sono nati anche due figli, e la vita della donna si era trasformata in un vero e proprio incubo. Telefonate, minacce, aggressioni per futili motivi, pedinamenti continui: impaurita e stanca delle vessazioni, la scorsa estate, la 43enne si era rivolta ai carabinieri di Darfo Boario Terme.

La denuncia e il carcere

I militari, avevano quindi avviato un indagine, raccogliendo, oltre alla testimonianza della vittima, quella dei figli, dei conoscenti e dei vicini di casa della coppia. Tutti raccontavano delle violenze - verbali e fisiche - subite negli anni dalla donna. Per il 60enne - accusato di maltrattamenti in famiglia, atti persecutori, e lesioni personali - si erano quindi aperte le porte del carcere. 

Dopo due mesi trascorsi nel penitenziario cittadino, il legale del 60enne era riuscito ad ottenete i domiciliari, poi lo scorso 5 novembre è arrivato un ulteriore alleggerimento della misura cautelare: il 60enne è  tornato in libertà con l’unico obbligo di non avvicinarsi alla ex.

Libero dopo 4 mesi, torna a perseguitare la ex

Un divieto che non ha affatto rispettato. A distanza di poche ore dalla notifica del provvedimento di scarcerazione, il 60enne si è presentato sotto casa dell’ex che, preoccupata, ha immediatamente chiamato i carabinieri di Darfo Boario Terme. I militari, accertata la violazione, hanno richiesto un nuovo aggravamento della misura e il pregiudicato è tornato ai domiciliari.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ossessionato dalla ex moglie: finisce in carcere, ma appena libero la perseguita

BresciaToday è in caricamento