rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Cronaca Darfo Boario Terme

Violenta lite tra clienti, uno estrae il machete: terrore al bar

Immediato l’intervento dei carabinieri.

Le urla e gli insulti, poi un machete - lungo 50 cm - che spunta all’improvviso e viene brandito per minacciare di morte il ‘contendente'. Attimi di puro terrore si sono vissuti, nella tarda serata di lunedì 8 maggio, in un bar di Darfo Boario Terme: la lite tra due giovani di origine tunisina, rispettivamente di 20 e 29 anni, ha rischiato di finire in tragedia, quando il più giovane dei due ha estratto l’arma minacciando di usarla per ferire il rivale. Alla vista della grossa lama, gli altri clienti sono fuggiti, facendo scattare anche la chiamata al numero unico per le emergenze.

Pochi minuti più tardi l’intervento dei carabinieri di Artogne che hanno raccolto la testimonianza del 29enne minacciato e identificato il connazionale. Ai militari è bastato perquisire l’esterno del locale per trovare il machete: era stato nascosto in una siepe vicino al muretto dove era seduto il 20enne. Poi è scattata la perquisizione personale: dalle tasche del ragazzo sono spuntati 70 grammi di hashish, dalla cronologia del cellulare le numerose chiamate in entrata che - per i carabinieri - erano tutte provenienti dai probabili acquirenti della droga. La conferma dell’attività di spaccio poco dopo, quando gli uomini dell'Arma hanno trovato diverse chat ‘incriminanti'.

Terminati gli accertamenti, il 20enne è finito in manette per la droga detenuta. Dovrà rispondere anche di minaccia aggravata. L’arresto è stato convalidato nella mattinata di martedì, ma il ragazzo è tornato in libertà: nei suoi confronti il giudice ha infatti disposto la misura dell’obbligo di firma presso la stazione dei carabinieri di Darfo Boario Terme. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta lite tra clienti, uno estrae il machete: terrore al bar

BresciaToday è in caricamento