menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Darfo: speranza per il dodicenne travolto da un muro dello stadio

L'operazione al Civile, durata 7 ore, sembra riuscita. Ora bisognerà attendere una settimana per i primi riscontri. Il bambino è stato travolto lunedì sera da un muro di recinzione dello stadio comunale

Gravi ma stazionarie le condizioni di Nicola Giacomi, il ragazzino dodicenne che nella serata di ieri è stato schiacciato da un muro di recinzione in cemento dello stadio comunale di Darfo, dove si stava allenando insieme ai compagni di squadra. Durante la notte il baby calciatore è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico durato sette ore - LEGGI L'ARTICOLO

L'incidente attorno alle 20 di ieri sera vicino al campo di erba sintetica dove si stava allenando la squadra degli esordienti. Stando alle prime ricostruzioni, il ragazzino avrebbe cercato di raggiungere il campetto, forse perché in ritardo, attraversando un varco nella recinzione che, pare, fosse aperto da tempo rendendo il muro pericolante. Mentre correva è stato travolto da una pesante lastra di cemento, che gli ha schiacciato il torace.


Il ragazzino è stato prima trasportato all'ospedale di Esine, per poi essere trasferito all'ospedale Civile data la gravità delle sue condizioni .Sull'accaduto stanno ora indagando i Carabinieri del Nucleo investigativo Radiomobile di Breno. Si cercherà di individuare i responsabili della mancata manutenzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia è zona arancione: tutte le regole in vigore da domani

Coronavirus

Dati sbagliati dalla metà di ottobre: così la Lombardia ha "sballato" i conti

Coronavirus

Covid: 43 casi in una settimana, in paese è allerta massima

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento