rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Angolo Terme

Brutale omicidio: imprenditore ucciso con pugnale e machete

Brutale omicidio in Namibia: l'imprenditore Daniele Ferrari, 52 anni, è stato ucciso con un pugnale e un machete. In paese una messa per ricordarlo

Imprenditore italiano vittima di un brutale omicidio in Namibia: Daniele Ferrari, 52 anni, è stato ucciso a coltellate, colpito con un pugnale e ferito alla testa con un machete. Originario di Castione delle Presolana, al confine con la Valle Camonica e Angolo Terme, da tempo lavorava nel Paese africano.

Tutto è successo a Windhoek, non lontano dalla diga in cui era solito portare i suoi cani la sera: Ferrari sarebbe stato aggredito alle spalle da due uomini vestiti di nero, che come detto l'avrebbero prima colpito con un pugnale e poi con un machete.

Una rapina finita nel sangue

L'ipotesi è quella di una rapina finita nel sangue: l'imprenditore bergamasco sarebbe stato infatti derubato del suo cellulare. Sull'accaduto indaga la polizia locale: tra i familiari la prima a sapere della tragedia è stata la sorella Gloria, che vive e lavora in Namibia.

Anche l'amministrazione comunale di Castione della Presolana si stringe al cordoglio della famiglia: in paese sarà celebrata una messa in suo ricordo. Oltre alla sorella lo piangono la moglie, la zia e il cugino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brutale omicidio: imprenditore ucciso con pugnale e machete

BresciaToday è in caricamento