Condominio "maledetto": 3 anni fa morirono due giovani fidanzati

Lo stabile di via Malogno a Palazzolo, dov'è stata massacrata dal marito la 30enne Daniela Bani, tre anni fa balzò agli onori della cronaca per la tragica fine di due ragazzi, uccisi in un garage dal monossido di carbonio

Il condominio di via Malogno

E' un condominio "maledetto", quello di via Malogno a Palazzolo sull'Oglio, dove lunedì è stata assassinata Daniela Bani, con 20 coltellate sferrate alla gola e al torace dal marito Mootaz Chaanbi, poi fuggito in Tunisia.

Tre anni fa, infatti, nello stesso stabile due giovani fidanzati vennero trovati morti in garage, uccisi dalle esalazioni di monossido di carbonio della loro auto. A perdere la vita, una giovane kosovara di 18 anni e il suo fidanzato, un 22enne pakistano.

Per gli inquirenti, non si trattò di suicidio. La coppia, infatti, accese il motore dell'auto per scaldarsi. Il garage, di piccole dimensioni, fu velocemente saturato dal monossido di carbonio. Essendo il CO insapore, inodore e non irritante, causò la morte accidentale dei due ragazzi, che non si resero nemmeno conto di quanto stava accadendo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento