Cronaca

Dalmine: tenta suicidio col gas, arrestato per tentato crollo

La tragedia è stata evitata grazie ai vicini che, sentendo l'odore del gas, hanno subito dato l'allarme ai vigili del fuoco

Avrebbe tentato di suicidarsi aprendo il gas, mettendo però a repentaglio l'incolumità dei residenti di un condominio, che ha rischiato di far crollare.

Arrestato, ora è piantonato in ospedale con l'accusa di tentato crollo di costruzione e disastro colposo. Protagonista un pensionato di 67 anni, residente a Dalmine.

Un suicidio al giorno tra i disoccupati:
Lombardia maglia nera della disperazione

Domenica sera, poco dopo le 23, i vicini di casa hanno avvertito un forte odore di gas e hanno chiamato i vigili del fuoco giunti sul posto con i carabinieri.

Dopo un rapido controllo si è capito che il gas proveniva dall'appartamento dove l'anziano vive da solo. Una volta all'interno, carabinieri e pompieri hanno visto l'uomo disteso nella camera da letto, in stato di semi-incoscienza. Subito dopo è stato ricoverato all'Ospedale Papa Giovanni, dove si trova piantonato in stato di arresto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalmine: tenta suicidio col gas, arrestato per tentato crollo

BresciaToday è in caricamento