rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Prestine

Valanghe artificiali su versanti instabili: operazione compiuta per Daisy Bell

Daisy Bell, operazione compiuta. Nella mattinata di oggi, venerdì 29 dicembre, sono andate a buon fine le operazioni per provocare piccole valanghe artificiali sui versanti di neve instabile al Gaver, in particolare nella zona di Canal Rotto.

Daisy Bell è una particolare campana dotata di bombole contenenti idrogeno e ossigeno che, miscelati e fatti detonare all’interno della campana stessa, creano un’onda d’urto sufficiente a smuovere strati di neve instabile, provocandone appunto il distacco controllato.

E’ una sorta di “terapia omeopatica”: si induce la malattia prima che questa si manifesti con effetti ben più devastanti.   
L’intervento viene effettuato mettendo in sicurezza la zona sottostante, procedendo alla preventiva chiusura di strade e sentieri. 

La gestione della campana è stata assicurata, a bordo dell’elicottero, dal nivologo Federico Rota, incaricato dalla Provincia. La maggiore efficacia dell’operazione si ha quando si riesce ad intervenire, condizioni meteo permettendo, nelle prime ore successive alla nevicata, quando la neve non si è ancora assestata e il suo distacco risulta dunque facilitato. 

Il suo impiego è abbastanza semplice: la campana viene agganciata sotto l’elicottero con una corda di circa 20-30 metri. Mantenendo l’elicottero in volo stazionario si avvicina la campana al costone da bonificare, tenendola ad un’altezza di circa un paio di metri dal manto nevoso. La detonazione della miscela di idrogeno e ossigeno viene innescata via radio da un telecomando, azionato a bordo dell’elicottero dal nivologo che, forte della propria esperienza, indica al pilota dove posizionarsi per le varie detonazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valanghe artificiali su versanti instabili: operazione compiuta per Daisy Bell

BresciaToday è in caricamento