menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Angela Missoni: «Quei pezzi ritrovati non appartengono a un aereo»

Così la sorella di Vittorio, scomparso ormai da quasi due mesi: "E' il momento più difficile della mia vita, ma siamo nati con le spalle larghe. E io spero"

"Si continua a sperare" dice, subito dopo la sfilata del marchio di famiglia, Angela Missoni, sorella di Vittorio, scomparso lo scorso 4 gennaio insieme alla moglie e ai coniugi Foresti su un aereo in volo tra l'arcipelago di Los Roques e Caracas. Una speranza, quella della stilista, basata sul fatto che "si parla solo di ipotesi, ma non c'é traccia di niente".

Per ora, sottolinea Angela, "si sanno soltanto tre cose: l'ultimo punto trasmesso dal trasponder al punto di controllo, un punto preciso in cui sparisce la traccia. La seconda cosa è un borsone ritrovato a Curacao, che è la borsa di un signore che non era a bordo, la terza è una borsa grande, di mio fratello, ritrovata a Bonaire, che aveva dentro una piccola borsetta, entrambe con le cerniere aperte. Queste sono le tre cose che si sanno".


Sul relitto ritrovato a Curacao, Angela non ha dubbi: "quei pezzi ritrovati non sono nemmeno pezzi di un aereo ma le notizie corrono in fretta". La stilista non nasconde che questo "é un momento singolare, molto faticoso, il più difficile della mia vita, ma siamo nati con le spalle larghe, io spero, certo che spero". E alla domanda 'quanta forza ci vuole?' risponde: "tutta quella che ho".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    Giornate FAI di Primavera 15 e 16 maggio 2021

  • Concerti

    Brescia: Omar Pedrini alla Latteria Molloy

  • Attualità

    Brescia vince il premio "Città italiana dei giovani 2021"

Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento