Cronaca

Intrappolati tra la roccia e un muro di neve: notte di paura in montagna

L'episodio nella notte tra martedì e mercoledì a Madonna di Campiglio: coinvolti un alpinista bresciano e uno retino. L'elicottero non ha potuto volare per il maltempo

Due alpinisti sono rimasti incastrati tra una roccia e un muro di neve, non riuscendo più a proseguire la discesa. È accaduto nella serata di martedì 6 agosto alla base del Crozzon di Brenta, Madonna di Campiglio. Ad intervenire per portarli in salvo il Soccorso alpino trentino.

I due uomini - un bresciano e un retino - avevano affrontato il percorso delle Guide quando, nella complessa via di rientro, si sono trovati intrappolati e non sono più riusciti a proseguire. 

Poco prima delle 22 hanno lanciato l'allarme. Subito dopo, due squadre di soccorritori li hanno raggiunti a piedi: a causa del maltempo l'elicottero è rimasto bloccato a terra.

Verso le 2 di notte i due alpinisti sono stati raggiunti e poi accompagnati in sicurezza fino al rifugio Brentei. Ad intervenire sul posto anche i vigili del fuoco, che hanno illuminato la base del Crozzon di Brenta, per favorire le operazioni di recupero. Uno dei due uomini è stato ricoverato all'ospedale di Tione per un principio di congelamento.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intrappolati tra la roccia e un muro di neve: notte di paura in montagna

BresciaToday è in caricamento