Cronaca

Si trascina al bar senza fiato, muore soffocata da un boccone

Tragedia a Crone di Idro, dove ha perso la vita la 59enne Rosaria Debalini, nota commerciante di paese e che domenica pomeriggio è stata soffocata da un boccone di carne. Si è spenta sull’elicottero che la stava portando in ospedale

Un boccone fatale in una domenica d’estate si è portato via per sempre la 59enne Rosaria Debalini, la nota commerciante di Crone di Idro che ha il negozio proprio a due passi dalla spiaggia del lago. Morta nel pomeriggio, probabilmente soffocata da un boccone di carne che le si è bloccato a metà, deceduta di fronte ai medici dell’eliambulanza che la stava accompagnando al Civile, nell’ultimo e disperato tentativo di salvarla.

Era sola in casa, domenica ora di pranzo. Quando improvvisamente quel pezzo di cibo comincia a soffocarla, forse incastrato nella laringe: Rosaria riesce ad uscire di casa, si trascina con fatica prima in mezzo alla strada e poi al vicino bar Porto, dove chiede aiuto a chi sta dietro e chi sta davanti al bancone.

Immediata la telefonata al 112, mentre la storica bottegaia improvvisamente perde i sensi, e cade a terra. Viene rianimata, una volta: il suo cuore smette di battere e poi riprende, l’elicottero decolla per portarla in ospedale, gli attimi si fanno decisivi. Ma non c’è niente da fare.

Pare che Rosaria abbia avuto un’altra crisi, questa volta davvero fatale. Grande dolore in paese, in tanti conoscevano la donna e la sua attività. Lascia il marito Antonio, e la figlia Anna.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si trascina al bar senza fiato, muore soffocata da un boccone

BresciaToday è in caricamento